viso-donna-bella

Curare e prevenire l’acne con l’alimentazione

L’acne è una malattia infiammatoria del follicolo pilo-sebaceo, che si localizza nel volto e nella parte superiore del torace. E’ molto comune, infatti è la patologia dermatologica più comune dei paesi industrializzati.
Più del 20 % della spesa farmaceutica viene spesa per prodotti contro l’acne e numerosi sono i trattamenti di medicina estetica per ridurre gli esiti di tale patologia, quali macchie e cicatrici.
E’ infatti una patologia multifattoriale a decorso cronico e recidivante.
In genere compare nell’adolescenza, intorno agli 11-12 anni, e può persistere in età adulta. Ma non mancano casi di comparsa ex novo anche in età adulta.
Tra le cause che sono state messe in evidenza: cause ormonali, lo stress, trattamenti cosmetici ed alimentazione. L’alimentazione è un argomento molto discusso ed è stato preso poco in considerazione dai dermatologi per molti anni.
 Molti sono poi i luoghi comuni. In questi ultimi anni numerosi sono state le ricerche volte finalmente a mettere luce sul discusso ruolo svolto dall’alimentazione sul decorso dell’acne. Vediamo i risultati.
Numerosi studi hanno messo in evidenza che una dieta ad elevato carico glicemico provoca un’esasperazione dei sintomi: ecco quindi la necessità di mangiare carboidrati raffinati in quantità moderate, prediligendo quelli di frutta e cereali integrali.
Latte e prodotti caseari: cosa c’è di vero? Il latte è un alimento complesso contenente più di 60 componenti, tra cui ormoni e fattori di crescita. Studi recenti su 50000 adolescenti hanno confermato una relazione tra latte, soprattutto scremato ed acne. Attenzione però alle diete faidate:in presenza di acne non eliminare il latte e derivati, perchè bisogna provare se effettivamente migliora la situazione nel vostro caso specifico e comunque farsi  guidare da un professionista per evitare carenze di calcio.

Ed ecco l’alimento più discusso: cacao e cioccolata .Il cacao puro contiene polifenoli ad azione antiossidante e antinfiammatoria, attività che però viene annullata se il cacao si combina con il latte.I risultati clinici sul ruolo della cioccolata sembrano discordanti, ma è comunque meglio evitare la cioccolata al latte e quella bianca, preferendo quella fondente.
E i grassi ? Si è visto che una dieta che ristabilisca un giusto rapporto omega3/omega6 migliora l’acne: da prediligere quindi il pesce, sopratutto quelli grassi come salmone, aringhe a sfavore di un più ridotto consumo di carne.
Vitamine importanti sono risultate la vitamina A, E e B3 e tra i minerali zinco e selenio. Consumate dunque frutta e verdura preferenzialmente cruda.

Dott.ssa Ilaria De Maria
Biologo nutrizionista

Nuova chirurgia estetica